Anobii Blog

Press Kit & immagini di Anobii

Categoria SPECIALE | Scritto da Anobii Team - 24 Luglio, 2020
https%3A%2F%2Fblog.anobii.com%2Fit%2F2020%2F07%2F24%2Fpress-kit%2F

La nuova Anobii è arrivata

Anobii è un social network dedicato agli appassionati di libri e a tutti i lettori. Siamo la più ricca fonte di informazioni sui libri in Italia e anche la più indipendente. 

Anobii è nato nel 2006 a Hong Kong da un’idea di Greg Sung, un imprenditore locale in ambito tecnologico che voleva trovare altre persone che stessero leggendo gli stessi libri che leggeva lui o che avessero gusti simili e potessero suggerirgliene di nuovi. Oggi sembra scontato, ma nel 2006 Facebook aveva due anni e si poteva usare solo nei college americani, Twitter ancora non era nato (è stato lanciato nel 2007) e Instagram era ancora decisamente di là da venire (è nato nel 2010). Insomma, creare Anobii era una buona idea allora come crediamo che lo sia oggi.

Dopo alcuni passaggi di proprietà (nel 2010 a un consorzio di editori britannici, nel 2012 alla catena di supermercati Sainsbury’s, nel 2014 al Gruppo Mondadori) dal 29 maggio 2019 Anobii è diventato di proprietà di Ovolab, società torinese di sviluppo software nata nel 2002 e focalizzata sul mobile design.

A partire dalla metà dell’anno scorso abbiamo cominciato a lavorare sulla ristrutturazione di Anobii, per rimettere il sito e le app a nuovo e riconquistare gli anobiani “perduti” negli anni, e per creare una community ancora più ampia, che coinvolga anche gli autori, i piccoli editori e le librerie indipendenti. Il cammino è lungo perché siamo una piccola società, c’è tanto lavoro da fare e vogliamo farlo bene. Come sempre.

Un paio di informazioni: ricordatevi che Anobii si scrive così, con la “A” maiuscola e due “i” finali (non c’è più la vecchia versione con la “N” maiuscola). Il nome sembra inventato, ma in realtà è un gioco attorno all’espressione inglese “bookworms”, appassionati di libri. Anobii viene infatti da “Anobium Punctatum”, il nome scientifico del tipo più comune di tarlo che si nutre della polpa del legno e per questo viene chiamato “tarlo del legno” o “tarlo dei mobili” (anche se non volete trovarlo nella vostra libreria di casa). 

Anobii è nei primi 50 mila siti della classifica generale di Alexa ed è alla posizione 690 in Italia. Si sono iscritte ad Anobii più di 2,5 milioni di persone per cercare libri, recensirli e votarli, partecipare alle discussioni, organizzare le loro collezioni (Dati aggiornati a luglio 2020).

Sugli store di Apple e di Google sono disponibili le nuove app che abbiamo realizzato. Stiamo ricostruendo anche il sito web e lavorando al back end, cioè alla struttura interna di Anobii. Abbiamo una serie molto chiara di cose che vogliamo fare, tappe incluse, ma è inutile anticiparla: preferiamo andare avanti un passo alla volta. Abbiamo imparato che, quando si è piccoli come lo siamo noi, così si va più più veloci e più lontano.

Potete usare Anobii come motore di ricerca senza bisogno di registrarvi, ma vi consigliamo di provare Anobii sul serio, se non siete già iscritti, perché troverete un sacco di libri e molto di più. Grazie al lettore di codice a barre integrato nelle nuove app, ad esempio, ci metterete un attimo a scansionare i codici ISBN dei vostri libri per aggiungerli al vostro scaffale digitale. E se non ne trovate uno, potete segnalarlo ai nostri librarians direttamente dalla pagina di ricerca, e verrà aggiunto in pochissimo tempo. 

Inoltre, se vi sentite più social e non volete solo creare una lista digitale dei vostri libri (e la wishlist di quelli che vorreste comprare, oltre alle statistiche di lettura), su Anobii troverete gruppi a tema, altri utenti con gusti simili da seguire e mille opportunità per scoprire nuovi libri. Alcuni li suggeriamo anche nel nostro blog, dove potete trovare anche tutte le novità su Anobii in tempo reale.

Per contattare il team di Anobii l’indirizzo per scriverci è contact@anobii.com